Pulizie di primavera in azienda: lo Space clearing in ufficio

Il luogo di lavoro è lo spazio in cui si trascorre gran parte del proprio tempo, anche più che a casa, ma a volte viene sottovalutato. Spazi mal sfruttati, non funzionali, la presenza fisica e digitale di tanti documenti e oggetti inutili creano ambienti caotici e malsani provocando emozioni negative.  Come a casa si sceglie di fare pulizie di primavera approfondite, anche nello spazio di lavoro si può scegliere di migliorare l’ambiente facendo pulizia. Come? Anche al lavoro si può sperimentare lo SPACE CLEARING cioè l’arte di fare spazio, rendere consapevoli del rapporto con le cose, selezionare ciò che è superfluo, eliminare il disordine e contribuire a fare più spazio, fisico e mentale.

 

Lo Space Clearing è un percorso che, innanzitutto, fa prendere consapevolezza dello spazio ma anche degli impegni e dei compiti. Liberarsi del superfluo innesca meccanismi virtuosi che portano a trascorrere meglio le giornate lavorative, grazie ad un migliore utilizzo dello spazio e alla presa di coscienza delle priorità apportando, in questo modo, benefici a se stessi e agli altri.

Lo Space clearing può essere sia fisico che digitale, il metodo è fatto di un percorso a step.

Ecco tutti i passi:

 

  1. Prendere in esame le aree problematiche. La scrivania è stracolma di pratiche, cartelle fogli e post-it sparsi? Oppure quando aprendo l’inbox della mail ci si sente come sommersi da un mare di cose da fare? E’ utile valutare i problemi e le criticità delle zone interessate.
  2. Decidere e prepararsi a iniziare. Una volta presa consapevolezza delle aree critiche, si può cominciare il lavoro di alleggerimento partendo dalla zona che dà le emozioni più spiacevoli oppure si può iniziare da una zona un po’ più facile che darà l’autostima e l’allenamento per continuare il lavoro. E’ consigliato aprire le finestre e areare l’ambiente, clima permettendo.
  3. Valutare gli oggetti/documenti. Si suggerisce di svuotare completamente i cassetti o spostare e raggruppare in unico posto tutto quello che è sulla scrivania, procedere prendendo in esame ogni oggetto, documento, appunto, biglietto da visita, ferma carte o cianfrusaglia, ecc… Se si sta lavorando al pc, ad esempio sul desktop, procedere allo stesso modo esaminando ogni file o cartella.
  4. Eliminare e pulire. Tenendo presente che se ci si alleggerisce sarà più facile organizzare il proprio lavoro, procedere con questa intenzione eliminando il più possibile. Se si tratta di documenti può valere la pena usare un distruggi documenti e fare la raccolta differenziata della carta. Lo stesso vale per gli oggetti che non sono più utili o attuali: la parola d’ordine è eliminare! Se si sta lavorando sullo spazio fisico fa parte del percorso anche pulire le superfici magari con un prodotto ecologico.
  5. Organizzare e agire. Quel che è rimasto ora va organizzato e dovrebbe essere più semplice dopo aver liberato lo spazio e la mente dal superfluo, adesso si tratta di decidere l’azione successiva per ogni cosa ad esempio alcuni documenti andranno archiviati, con altri si dovrà delegare, mettere in agenda un appuntamento, un promemoria o un contatto.

Ogni cosa al suo posto! Alcune azioni richiederanno tempo quindi vale la pena registrarle in una lista di cose da fare.

Silva Bucci

Silva Bucci

Vivo felicemente a Faenza, sono altrettanto felicemente fidanzata e ho 2 gatte che adoro. Il mio lavoro di P.O. mi appassiona e mi dà la possibilità di creare valore oltre che di conoscere e confrontarmi con persone eccezionali. Sono buddista e questo influenza positivamente la mia quotidianità e le mie relazioni facilitando l’empatia e la comunicazione. Nel tempo amo passeggiare, uscire con gli amici, andare al cinema e a teatro e a visitare mostre. Di me dicono che sono una persona autentica e accogliente, capace di dare serenità e … che la mia risata sia contagiosa!

0 Condivisioni

Lascia un commento

B Corp
Organizzare Italia è una Certified B Corporation®, un network globale di aziende e persone che usano il business per risolvere problemi sociali e ambientali. Le B Corporation competono per essere non solo le migliori al mondo, ma le migliori per il mondo!

APOI

Professione regolamentata dalla Legge 4/2013 - Organizzare Italia è partner accreditato e organo di formazione dell'Associazione Professional Organizers Italia APOI e aderisce al suo Codice Etico.

Organizzare Italia sostiene quest’anno la Lega Italiana Fibrosi Cistica Associazione Veneta Onlus è impegnata a migliorare la qualità di vita dei malati di Fibrosi Cistica, finanziare acquisto di strumentazioni mediche, ricerca di base e master di specializzazione sulle problematiche della fibrosi cistica alimentando concrete speranze di poter curare questa malattia. Per più informazioni clicca qui.