Il corso di formazione per diventare Professional Organizers: istruzioni per l’uso

Il corso di formazione per diventare Professional Organizers proposto da Organizzare Italia è il primo a livello italiano e vanta già 4 anni di vita e numerosi partecipanti. Cercherò di spiegarvi perché è nato e che supporto vuole dare a chi intende diventare Professional Organizer.

La storia dei corsi

Nell’ormai lontano 2011 ho avuto l’idea di insegnare l’organizzazione personale, mi sembrava infatti che tante persone intorno a me fossero sopraffatte dalle attività quotidiane, disperdendo così tempo, energia e, soprattutto, talento. Un vero spreco e questo solo perché non c’era mai stata un’attenzione a coltivare le loro abilità organizzative.

Da quel momento è iniziata la mia “missione”, condivisa presto con i miei preziosi colleghi, di aiutare sempre più persone a cogliere l’importanza di questa preziosa competenza e la necessità di allenarla. Per raggiungere questo obiettivo abbiamo ritenuto fondamentale lavorare sull’impostazione della professione del Professional Organizer e sulla sua divulgazione in tutta Italia. Nel 2014 hanno preso il via i primi corsi di formazione a Bologna (ora Ravenna), seguiti a breve giro da Milano e Roma.

In questi anni hanno partecipato al corso della durata di 6 mesi quasi 100 persone, appassionate del tema, entusiaste all’idea di fare qualcosa che veramente gli piace e felici di poterlo fare diventare un lavoro.
Oggi questi Professional Organizers sono attivi in tutta Italia e lavorano con etica e serietà, tanta passione e continua voglia di imparare, e una forte professionalità che li fa risaltare nel mercato.

Una professione complessa

Fare il Professional Organizers non è facile, è necessario infatti coltivare tanti aspetti, imparare tante nozioni, elaborare molte informazioni. Inoltre il percorso del libero professionista è tortuoso, pieno di complicati obblighi di legge e oscure strategie di comunicazione.

Bisogna essere al contempo abili comunicatori, commerciali e contabili, capaci di essere empatici e comprendere il cliente, in grado di fare i conti e soprattutto di farli tornare!

Tutto questo si deve costruire partendo da zero, con le più varie esperienze alle spalle, con tanto entusiasmo, con un pizzico di incoscienza, con tanta voglia di mettersi in gioco. Ma scalare questa enorme montagna da soli non è facile, il poco tempo a disposizione (anche dal punto di vista economico) e la paura di andare incontro a una situazione nuova e sconosciuta, non aiutano nell’impresa.

Le risposte ai tuoi timori

Il corso aiuta a non affrontare tutto questo in solitaria, infatti, oltre che preparare dal punto di vista tecnico e professionale, accompagna il futuro PO per mano ad affrontare la sua personale impresa.

Supporta per capire come gestire la libera professione, quali gli obblighi di legge e fiscali, come scegliere l’ambito in cui lavorare, che percorso fare per capire a chi comunicare e come, che approccio avere con il cliente, cosa succede in un intervento di un Professional Organizer, quali errori evitare e quali strategie mettere in campo.

Professionisti oltre che docenti

I formatori dei corsi sono tutti Professional Organizers attivi sul mercato, sono passati con esperienza diretta nel difficile percorso di avviare un’attività e la stanno gestendo con soddisfazione. La loro testimonianza e il loro contributo sono fondamentali per rendersi conto di cosa vuol dire essere professionista dell’organizzazione e per avere tutte le risposte alle mille domande che sorgono durante il percorso.

Un percorso pieno di sorprese

Il corso prevede un numero limitato di partecipanti, perché siamo convinti che in piccoli gruppi si lavori meglio. Le ore di corso trascorrono tra scambio di esperienze, fiumi di idee, spazio per il confronto, domande e risposte e tanto divertimento.

Tutti i partecipanti danno il loro contributo e, tra una teoria di organizzazione e un ragionamento sulle tariffe da applicare, ognuno porta la sua esperienza passata, dando un ulteriore straordinario contributo al programma.

Da sogno a realtà

Da un incontro all’altro (di solito trascorrono da 3 a 4 settimane) il progetto di diventare P.O. prende concretezza, non è più solo un sogno, ma diventa una cosa fattibile e, ci si rende conto che, seppur complesso e impegnativo, è realizzabile.

Alla fine dei 6 mesi crescono la consapevolezza, la sicurezza e la chiarezza delle idee e, pur sapendo che non si finisce mai di studiare, il Professional Organizer è pronto per offrire i propri servizi sul mercato. Trovare clienti e farsi pagare non è facile per nessuno, è necessario farlo con preparazione e professionalità, soprattutto per aumentare le possibilità di successo.

Se senti di essere portato/a per questa professione, se hai sempre aiutato amici e parenti a organizzare, se ti piace aiutare le persone forse la professione fa per te, scoprilo partecipando al nostro corso di formazione.

Sabrina Toscani

Sabrina Toscani

Mi piace la semplicità, coltivo l’essenzialità, provo a evitare il superfluo, mi sforzo di concentrarmi su ciò che è importante per me. Mi applico con serietà e rido con facilità, adoro l’ironia e credo che in fondo tutto sia un gioco. Penso che le regole e la disciplina facilitino la vita e che il rispetto e la determinazione aiutino a raggiungere gli obiettivi. Ammiro le persone spontanee e autentiche, mi emoziono per tante cose, ma soprattutto al sorriso dei miei figli.

12 Condivisioni

Lascia un commento

B Corp
Organizzare Italia è una Certified B Corporation®, un network globale di aziende e persone che usano il business per risolvere problemi sociali e ambientali. Le B Corporation competono per essere non solo le migliori al mondo, ma le migliori per il mondo!

APOI

Professione regolamentata dalla Legge 4/2013 - Organizzare Italia è partner accreditato e organo di formazione dell'Associazione Professional Organizers Italia APOI e aderisce al suo Codice Etico.

Organizzare Italia sostiene quest’anno la Lega Italiana Fibrosi Cistica Associazione Veneta Onlus è impegnata a migliorare la qualità di vita dei malati di Fibrosi Cistica, finanziare acquisto di strumentazioni mediche, ricerca di base e master di specializzazione sulle problematiche della fibrosi cistica alimentando concrete speranze di poter curare questa malattia. Per più informazioni clicca qui.