Come coinvolgere i figli nella preparazione di un viaggio

La vacanza, il viaggio, la scoperta… sono e rimangono, almeno per me, una delle emozioni più forti. L’entusiasmo che provo quando si avvicina la data di una partenza è contagioso e desidero sempre condividerlo con le persone amate. E chi meglio dei bambini o dei ragazzi, può essere affascinato dal sapore della scoperta? Qualche piccolo consiglio per condividere con loro la parte organizzativa prima di intraprendere un viaggio!

Prepararli alla nuova avventura

Si impara ad essere viaggiatori e non turisti sin da piccoli! Qualsiasi sia l’età dei vostri figli è importante trasmettergli il valore del viaggio e della scoperta. I detti nascono sempre dalla realtà dei fatti e “paese che vai usanza che trovi” è uno dei più veri.

I bambini sono come spugne, hanno più facilità ad aprirsi al nuovo di quanto si possa immaginare, gli va solo trasmesso l’entusiasmo della scoperta e l’esempio dell’apertura mentale. Ad esempio spiegategli che i cibi che proveranno saranno diversi, che sarà un’occasione per sperimentare sapori nuovi e sconosciuti. O il valore delle lingue, l’importanza dell’apprendere una lingua straniera che gli permetta di essere appunto, meno turista ma più viaggiatore.

La diversità, qualsiasi essa sia è un accrescimento, una ricchezza.

Quindi prima di ogni viaggio preparate i vostri figli al nuovo! Anche con loro vale la regola dei libri che possano raccontare del paese che vi attende, magari libri illustrati che mostrino usi e costumi della cultura che andrete a scoprire insieme.

Leggete con loro la guida, coinvolgeteli nella realizzazione della “mappa del vostro viaggio” sarà un modo di regalargli immagini che stuzzicheranno la loro curiosità.

Un’occasione per imparare la geografia

Prima di partire mostrate loro dove è situato quel dato paese, sarà più facile apprendere la geografia, come un gioco.

Incontrare i bambini del luogo

Se riuscite a fargli incontrare dei bambini del luogo è un modo per fargli comprendere le diversità culturali, accettarle e viverle al meglio. Nelle città basta anche trascorrere qualche ora al parco, la bellezza di essere bambino è proprio il fatto che non si deve avere una lingua comune ma solo l’entusiasmo di giocare insieme.

Preparate la valigia con loro

Rendeteli partecipi dei preparativi, non li fate viaggiare come un pacco postale. La bellezza di preparare un viaggio è da condividere e anche fare la valigia leggera e pratica è un esercizio di apprendimento che può diventare un gioco. 

E cosa mettere in valigia per loro?

Per i bambini è importante l’intrattenimento nei momenti morti… Siete all’aeroporto? o in viaggio in treno? I bambini devono essere intrattenuti, non fatevi trovare impreparati per poi consegnargli il cellulare. Esistono bellissimi giochi da utilizzare in viaggio, oppure è molto bello regalargli un piccolo quaderno e dei colori, sarà il loro diario di bordo, dove potranno scrivere o disegnare.

Consiglio utile

Per quanto riguarda la parte culturale vale molto la regola: “poche cose ma che si possano ricordare”fargli vedere troppo e stancarli può essere controproducente, ma scegliere accuratamente un monumento, un quadro significativo, un luogo della città che rimanga impresso sarà per sempre nel loro bagaglio di viaggiatore!

Rientrati a casa

Anche la cernita delle foto e la preparazione dell’album è un’occasione per trasmettergli il piacere di fermare per sempre i ricordi speciali.

Francesca Pansadoro

Francesca Pansadoro

Vivo a Roma ma mi sento una cittadina del mondo, ho un compagno con cui ho uno splendido bambino, il regalo più bello! La mia curiosità verso l’essere umano mi ha portato in modo naturale e spontaneo verso il Professional Organizing, la mia esperienza nel mondo del design e della comunicazione e la mia capacità empatica sono gli ingredienti preziosi per fare al meglio questo lavoro che amo molto. Amo l’arte, i libri, i film, e condividere con gli amici cari… ma più di ogni altra cosa amo viaggiare e incontrare il nuovo! Chi mi conosce mi descrive come generosa, capace di aiutare gli altri a trovare le migliori soluzioni per migliorare la qualità della loro vita.

22 Condivisioni

Lascia un commento

B Corp
Organizzare Italia è una Certified B Corporation®, un network globale di aziende e persone che usano il business per risolvere problemi sociali e ambientali. Le B Corporation competono per essere non solo le migliori al mondo, ma le migliori per il mondo!

APOI

Professione regolamentata dalla Legge 4/2013 - Organizzare Italia è partner accreditato e organo di formazione dell'Associazione Professional Organizers Italia APOI e aderisce al suo Codice Etico.

Organizzare Italia sostiene quest’anno la Lega Italiana Fibrosi Cistica Associazione Veneta Onlus è impegnata a migliorare la qualità di vita dei malati di Fibrosi Cistica, finanziare acquisto di strumentazioni mediche, ricerca di base e master di specializzazione sulle problematiche della fibrosi cistica alimentando concrete speranze di poter curare questa malattia. Per più informazioni clicca qui.