4 bracciate al mare

Siamo in piena primavera, meravigliosa stagione in cui il clima mite fa venire voglia di approfittare dei fine settimana liberi per andare fuori, stare all’aperto e rilassarsi!

In tantissimi abbiamo già approfittato del bel tempo per visitare le città d’arte o rilassarci in mezzo al verde nei classici pic-nic all’aperto del 25 Aprile e del 1 Maggio.

Giugno, che si avvicina a grandi passi, è il mese dei weekend al mare: dal lunedì al venerdì tra mille impegni ma il sabato e la domenica (o i giorni di riposo, per chi lavora nei weekend) sole e mare per un assaggio d’estate!

Vado o non vado?

A volte però, organizzarsi sembra un’impresa titanica e si finisce per rinunciare, pensando che tutto sommato per due giorni soltanto non valga la pena stressarsi … salvo poi pentirsene al lunedì!

Per non farsi passare la voglia per ansia da (dis)organizzazione ed evitare musi lunghi e frustrazione per essere rimasti a casa, ecco una checklist da scrivere una volta sola e consultare per tutti i weekend al mare della prossima stagione, ed oltre!

Basterà trascrivere questi sei punti su un foglio (e lasciare qualche riga per personalizzarla, sostituire o aggiungere senza esagerare) e la checklist è pronta.

DA RICORDARE: inutile abbondare, sono solo due notti! Per non perderci dietro a cose futili e goderci appieno la vacanza, portiamo con noi solo quello che ci servirà.

  • Abbigliamento notte: è solo un pigiama

Meglio non cedere alla tentazione del “non si sa mai” e portare un solo pigiama di peso medio. Piuttosto che portare tutte le nostre mise dalla felpa al lino, è bene accertarsi che il posto dove andremo a dormire sia fornito della biancheria da camera adeguata e di qualche coperta in più.

  • Spiaggia:  è bello sfoggiare i costumi

Portiamo però solo quelli che potremo davvero indossare e per due sole giornate: due sono sufficienti, ma considerato che prendono poco spazio e pesano niente, anche tre vanno bene. Facciamo in modo che siano abbinati al pantaloncino o al kaftano e di copricostume ne portiamo solo uno.

  • Pomeriggio: maglietta e bermuda

lo stesso pantaloncino, (o il pareo) indossato per la spiaggia si abbina perfettamente ad una bella maglietta fresca: due magliette risolvono la passeggiata per il gelato pomeridiano di entrambi i giorni.

  • Sera: una sera, un cambio 

(pantalone o bermuda e maglietta, vestito) un cambio basta e avanza

  • Accessori e varie: Una borsa o uno zainetto vanno bene sia per la spiaggia che per il tempo libero: meglio di tessuto o nylon. Una pashmina, gli occhiali da sole, un cappello, un paio di infradito per la spiaggia (io le uso anche per la doccia se vado in campeggio, per evitare fastidi come funghi, verruche ecc.)  e un paio di scarpe leggere in più per viaggiare, per il pomeriggio e per la sera. Uno spray antizanzara oppure il braccialetto (facendo attenzione al geranio in caso di allergie) e una lozione dopo puntura. Una giacca leggera antivento, o qualcosa da indossare nel caso, probabile, faccia fresco la sera. Invece che un telo da mare di spugna o ciniglia, io uso due/tre pareo e una stuoia: pesano niente e soprattutto si asciugano molto facilmente. I solari: per due giorni basta e avanza la boccetta da 100 ml che usiamo per il bagaglio a mano, inutile portare la confezione risparmio da 500 ml.
  • Oggetti personali: la stessa borsa per la spiaggia o una piccola borsa a tracolla per: portafogli  (documenti di identità, carta di credito … insomma solo l’indispensabile). Fazzoletti di carta, telefono (da usare con grande parsimonia per puntare ad un vero relax) e caricabatteria, quello sì – e controllare di avere credito sufficiente per non perdere tempo a ricaricare.

Questo leggerissimo bagaglio (meno di tre chili!) sarà anche molto facile da disfare, per la tua felicità al rientro!

Germana Chiricò

Germana Chiricò

Vivo e lavoro a Palermo, la mia città complicata e bellissima, intensa di profumi e di colore. Per superare i miei limiti provo a guardare le cose da prospettive diverse e sono un’inguaribile ottimista. Il mio motto è “fai del tuo meglio, inizia adesso”; se fai del tuo meglio non cerchi la perfezione: dai il giusto valore a quel che fai e ti impegni a vivere pienamente ogni giorno; se inizi adesso fai quel piccolo, fondamentale primo passo che accorcia la distanza tra te e la tua meta Mi piace la musica, andare a correre e poi i dolci fatti in casa (tanto, quelli mi piacciono tanto).

12 Condivisioni

Lascia un commento

B Corp
Organizzare Italia è una Certified B Corporation®, un network globale di aziende e persone che usano il business per risolvere problemi sociali e ambientali. Le B Corporation competono per essere non solo le migliori al mondo, ma le migliori per il mondo!

APOI

Professione regolamentata dalla Legge 4/2013 - Organizzare Italia è partner accreditato e organo di formazione dell'Associazione Professional Organizers Italia APOI e aderisce al suo Codice Etico.

Organizzare Italia sostiene quest’anno la Lega Italiana Fibrosi Cistica Associazione Veneta Onlus è impegnata a migliorare la qualità di vita dei malati di Fibrosi Cistica, finanziare acquisto di strumentazioni mediche, ricerca di base e master di specializzazione sulle problematiche della fibrosi cistica alimentando concrete speranze di poter curare questa malattia. Per più informazioni clicca qui.