Cura di sé – Trovare il tempo per fare le cose

Quando penso al prendersi cura di sé mi viene in  mente una coccola, un premio, il volersi e il farsi del bene. Ma questo bene è soggettivo, non è detto che il mio sia uguale al tuo. In comune, se stai leggendo questo post, potremmo avere il fatto che abbiamo poco tempo per premiarci e che dobbiamo ritagliarcelo tra gli altri molti impegni quotidiani.

Allora qual è il primo passo da fare? Facciamo mente locale su quel che significa per noi prendersi cura di sé.

C’è stato un periodo, qualche anno fa, in cui andare in palestra era per me un’incombenza fastidiosa e faticosa, mi sono sentita dire frasi come: Uffa DEVO andare anche in palestra oggi!

Eh no… Ho capito che non funziona così, sei tu, anzi sono io che decido quali sono gli impegni che non posso evitare e quali quelli che mi fanno stare bene. Dopo questa riflessione ho deciso di non andare più in palestra ma di fare acqua-gym divertendomi a tempo di musica. A quel punto il “DEVO” è diventato un: Ah che bello oggi ho propria VOGLIA di andare ad acqua-gym!

Anche andare a fare la spesa puoi viverlo come un dovere noioso oppure come un bel giro al mercato a scegliere i tuoi prodotti preferiti e vedere le amiche per un caffè.

Tutto dipende da te e da come vivi i tuoi impegni, con che spirito e con che ritmi. Tu mi dirai: ma io non ho tempo di viverli come vorrei

È qui che entra in azione l’organizzazione che ti aiuta a trovare il tuo ritmo e il tempo per prenderti cura di te:

  1. Fai un elenco delle cose che ti piace fare e ti fanno stare proprio bene, ad esempio io amo prendermi una giornata o un pomeriggio infrasettimanale (quando tutti lavorano e ci sono poche persone), in inverno per sauna e bagno turco mentre in estate adoro andare al mare.
  2. Fai un elenco delle cose che ti fanno bene a livello di salute fisica e mentale  (magari non sono così distanti), fare una passeggiata di almeno 5 km mi fa bene alla salute ma anche alla mente e, quando riesco a farla in mezzo al verde mi rilassa e mi riattiva tutti i sensi.
  3. Adesso fai un elenco di quel che devi fare “neutro”, non è detto che sia né piacevole né particolarmente salutare ma è da fare per avere un aspetto curato e sano, ad esempio per me fare la ceretta o il colore ai capelli.
  4. Calcola i tempi che puoi, anzi vuoi, concederti per ognuna di queste cose, dai la precedenza al neutro ma necessario, prosegui con il salutare e infine calcola i tempi per il piacevole. Io prendo gli appuntamenti mensili dall’estetista in una volta sola per i sei mesi successivi, n. tre passeggiate di un’ora alla settimana che distribuisco in 2 sere e una di pomeriggio. Infine per la sauna o il mare cerco di fare almeno un pomeriggio ogni 2 settimane, se sono brava.
  5. Fissa un appuntamento con te stesso e segnalo in agenda: quotidiano, settimanale o mensile. Rispettalo come fosse un impegno di lavoro. Io mi segno sul calendario le 3 passeggiate settimanali a seconda dei miei impegni
  6. Agli appuntamenti neutri e solo salutari aggiungi una coccola anche piccola così tutto diventa più piacevole, un pasticcino?
  7. Unisci gli impegni se sono compatibili, ad esempio leggi un libro mentre aspetti dal medico oppure fai quella lunga telefonata mentre fai la tua passeggiata salutare.

Ricorda ogni cosa può essere cura di sé, anche il portare avanti un progetto di lavoro se stai facendo qualcosa che ti piace e ti fa stare bene, sei solo tu che decidi cosa è importante, prioritario e piacevole per te!

Silva Bucci

Silva Bucci

Vivo felicemente a Faenza, sono altrettanto felicemente fidanzata e ho 2 gatte che adoro. Il mio lavoro di P.O. mi appassiona e mi dà la possibilità di creare valore oltre che di conoscere e confrontarmi con persone eccezionali. Sono buddista e questo influenza positivamente la mia quotidianità e le mie relazioni facilitando l’empatia e la comunicazione. Nel tempo amo passeggiare, uscire con gli amici, andare al cinema e a teatro e a visitare mostre. Di me dicono che sono una persona autentica e accogliente, capace di dare serenità e … che la mia risata sia contagiosa!

37 Condivisioni
1 commento
  1. Avatar

    Buongiorno, NAM MYOHO RENGE KYO 🙏
    Sembra una cosa stupida ma ci mette al centro della nostra vita💖 grazie
    Spero presto di fare anche io questo lavoro.

Lascia un commento

B Corp
Organizzare Italia è una Certified B Corporation®, un network globale di aziende e persone che usano il business per risolvere problemi sociali e ambientali. Le B Corporation competono per essere non solo le migliori al mondo, ma le migliori per il mondo!

APOI

Professione regolamentata dalla Legge 4/2013 - Organizzare Italia è partner accreditato e organo di formazione dell'Associazione Professional Organizers Italia APOI e aderisce al suo Codice Etico.

Organizzare Italia sostiene quest’anno la Lega Italiana Fibrosi Cistica Associazione Veneta Onlus è impegnata a migliorare la qualità di vita dei malati di Fibrosi Cistica, finanziare acquisto di strumentazioni mediche, ricerca di base e master di specializzazione sulle problematiche della fibrosi cistica alimentando concrete speranze di poter curare questa malattia. Per più informazioni clicca qui.