Albero e presepe per un vero Natale!

Quando penso al Natale mi vengono in mente parole come famiglia e scambio di doni; profumo di arance e mandarini, di vin brulè, di muschio e di legna; musica e fuoco acceso, panettone, pantofole calde e coperta morbida sul divano; addobbi (tanti) che rendono la casa accogliente anche alla vista. Insomma tante sensazioni che mi avvolgono coinvolgendo tutti i sensi.
Si addobba la casa per celebrare la festa, per renderla accogliente ed ospitale, respirare l’aria di famiglia, sentirsi più uniti, per scaldare il cuore ma anche per piacere, per il gusto di fare qualcosa di bello e magari farlo insieme. È come se la casa, riempiendosi di addobbi, diventasse più piccola e ci si sentisse tutti più vicini.
Tutto questo fa parte delle tradizioni che ognuno si porta appresso fin da piccolo ed è bello tramandarle e vedere come proprio i bambini si sentano gioiosamente partecipi e coinvolti in questo spirito natalizio.
Due tradizioni del Natale arrivati fino a noi dal medioevo sono l’albero e il presepe.
Il primo fa parte delle usanze nordeuropee dove si festeggiava il solstizio d’inverno addobbando gli alberi (abeti) con frutta ed oggetti. Il secondo si fa risalire a San Francesco d’Assisi, che ha riproposto la rappresentazione della nascita di Gesù e da allora si è tramandato in ogni casa.
Come fare per assaporare tradizioni magari coinvolgendo anche i bambini per preparare qualcosa di bello e imparare a collaborare?
Organizzazione!
Fare una scaletta dei “lavori”, una lista di materiali e dividersi i compiti aiuta tutti ad esser partecipi, avere in tempo tutto ciò che ci occorre e non farsi prendere dall’ansia pre festiva.
Vediamo come si può fare:
PRIMA DI COMINCIARE
Prima di iniziare ad allestire, magari dieci giorni prima, valutare questi punti:
QUANDO
Trovare un giorno per stare insieme e dedicarsi ad addobbare l’albero e fare il presepe
La tradizione cambia tra paesi e famiglie: 6 dicembre, 8 dicembre…a casa nostra facciamo la prima domenica d’avvento.
Procurare tutto l’occorrente per averlo entro la data stabilita (es. iniziare in anticipo se si decide di preparare da sè le decorazioni o se si immagina un presepe realistico con acqua e luci e stelle che simulano il giorno e la notte).
DOVE
Scegliere un luogo dove non intralci le attività quotidiane o non sia d’ingombro.
Predisporre un tappetino o una base d’appoggio solida; valutare l’ingombro dell’albero e immaginare quanto spazio si vuole dedicare al presepe.
COME
Tempesta di idee!!!
Possono essere scelti dei temi per l’albero (ad esempio decorarlo con bamboline e giocattoli, oppure monocolore o ancora utilizzando materiali specifici come i fiocchi di raso o decorazioni in pasta di sale, caramelle…) e delle ambientazioni per il presepe (può essere ambientato in Palestina, in montagna, in campagna… può essere progettato con l’acqua che scorre piuttosto che con il cielo stellato…).
COSA E CHI
Questa sarà una lista da compilare in base alle scelte fatte in precedenza.
Si organizza in due colonne: nella prima si segnano i materiali necessari, nella seconda si indica chi si occupa di cosa (dell’acquisto ma anche chi farà l’allestimento) così ognuno avrà il suo compito e si sentirà coinvolto nel lavoro.
Il giorno dell’allestimento
Quando verrà il grande giorno: mettersi comodi, prendersi un po’ di tempo, accendere la musica (di natale o semplicemente una musica che faccia stare bene), preparare una torta o una merenda per fare una pausa o festeggiare il lavoro fatto insieme, pantofole calde, un diffusore con un buon profumo invernale (arancia e cannella ad esempio, o mandarino, che comunque suggeriscono l’idea di casa), e infine prendere i materiali preaparati.
Prima di iniziare i lavori si possono anche fissare delle regole, ad esempio: si cantano i canti di natale, fare un sorriso ad ogni addobbo appeso, fare un ballo tutti insieme a lavoro concluso… ma anche più semplicemente: si parla a voce normale, si rispettano i turni…
Alla fine delle feste
Quando le feste saranno finite sarà il momento di togliere e risistemare tutti gli addobbi.
Meglio eliminare subito quelli rotti o rovinati e riporre gli altri in scatole o contenitori, suddividendoli per categoria (es. palline, statuine, lucette…); alla fine è bene controllare che l’etichetta della scatola corrisponda al suo contenuto.
Si può anche fare una lista delle cose da acquistare il prossimo anno e conservarla nel quaderno delle liste oppure direttamente nella scatola degli addobbi in modo da ritrovarla il prossimo anno.
Infine riponerre le scatole al loro posto con le etichette ben in vista.
Buone tradizioni e buone feste, di cuore.

16 Condivisioni

Lascia un commento

B Corp
Organizzare Italia è una Certified B Corporation®, un network globale di aziende e persone che usano il business per risolvere problemi sociali e ambientali. Le B Corporation competono per essere non solo le migliori al mondo, ma le migliori per il mondo!

APOI

Professione regolamentata dalla Legge 4/2013 - Organizzare Italia è partner accreditato e organo di formazione dell'Associazione Professional Organizers Italia APOI e aderisce al suo Codice Etico.

Organizzare Italia sostiene quest’anno la Lega Italiana Fibrosi Cistica Associazione Veneta Onlus è impegnata a migliorare la qualità di vita dei malati di Fibrosi Cistica, finanziare acquisto di strumentazioni mediche, ricerca di base e master di specializzazione sulle problematiche della fibrosi cistica alimentando concrete speranze di poter curare questa malattia. Per più informazioni clicca qui.