Con il tempo in poppa!

Con il tempo in poppa!

Se c’è una cosa che proprio non mi piace è lo spreco di tempo.

Il nostro tempo è una risorsa preziosa e non rinnovabile: ogni spreco, anche il più piccolo, è un enorme peccato! Se ci pensi bene, quando usiamo questa risorsa con lungimiranza, ci sentiamo appagati, pieni di vita, soddisfatti di noi e di quello che stiamo facendo: divertirci con gli amici e la famiglia, lavorare, svolgere le normali faccende di casa (pulizie, burocrazia, spesa…) oppure, semplicemente, oziare.

Forse è capitato anche a te: rincorrere gli occhiali da sole e/o il documento importante per tutta casa, fare e rifare la stessa cosa per disattenzione o cincischiare perché non hai voglia di farla… Ecco, queste sono tutte perdite di tempo. E il tempo, si sa, non torna indietro.

Lo spreco di tempo si muove su più livelli: uno (immediato) riguarda la capacità di trovare quel che serve quando serve, l’altro (a lungo termine) riguarda la capacità di fare quel che serve quando serve.

Nel primo caso, per trovare sempre gli occhiali da sole e/o il documento importante nel momento esatto in cui ne hai bisogno, puoi seguire questi consigli:

  1. (ri)organizza gli spazi di casa e di lavoro per dare un “posto fisso” a ogni cosa – Se gli oggetti non vagano di volta in volta in stanze diverse, ma si trovano sempre nello stesso luogo (magari proprio dove servono – per esempio, gli occhiali da sole nel mobile dell’ingresso e il documento nell’archivio dello studio), troverai quel che ti serve anche a occhi chiusi!
  2. abituati a mettere al suo posto ogni cosa subito dopo averla usata – Riporre gli oggetti usati  non solo è l’unico modo per ritrovarli a colpo sicuro, ma è anche un segno di rispetto per chi li userà dopo di noi. Come per tutte le nuove abitudini, all’inizio ci si può dimenticare, ma dopo i primi risultati, ci verrà voglia di farlo!
  3. gioisci ogni volta che risparmi tempo (e scorte di pazienza!)

tempo- Ale N-2

Nel secondo caso, per fare quel che serve senza indugio, ti suggerisco di ricorrere alla pianificazione. Ti racconto il mio metodo:

  1. trova i tuoi obiettivi – Poniti queste domande: “Che cosa davvero desidero nella mia vita?”, “Di che cosa ho davvero bisogno per vivere bene?”. Prenditi tutto il tempo necessario per trovare le risposte e sii sincero con te stesso. Ricorda, meglio pochi obiettivi (da uno a tre), ma buoni!
  2. dividi gli obiettivi in micro-obiettivi Individua i passi necessari per raggiungere i tuoi obiettivi. Procedendo all’indietro con la tecnica della Camminata A Ritroso, immagina il risultato e tutti i passi da percorrere: chiediti qual è l’ultimo passo, quale il penultimo, quale quello prima ancora e così via, fino ad arrivare al primo. Ogni passo è un micro-obiettivo
  3. assegna a ogni micro-obiettivo una scadenza Decidi quando realizzare ogni singolo micro-obiettivo e scrivi le scadenze sull’agenda: mese per mese e settimana per settimana nel calendario, giorno per giorno nella lista quotidiana delle cose da fare. Distribuiscili in modo equilibrato, lasciando ampi margini per gli imprevisti e, soprattutto, per riposarti e rigenerarti.
  4. tieni sotto controllo il tuo percorso – Segna in una lista progetto tutti i passi da percorrere per raggiungere un obiettivo e, man mano che procedi, cancella un micro-obiettivo. In questo modo saprai sempre a che punto ti trovi e potrai seguire i progressi
  5. non tergiversare, agisci! – Non lasciarti vincere dall’ansia o dalla pigrizia: ora sai che cosa fare e quando è meglio farla

Riassumendo: una buona organizzazione degli spazi, condita con un pizzico di buona volontà, risolve lo spreco di tempo immediato; un’attenta pianificazione delle azioni da svolgere per ottenere quel che desideri, insaporita da una manciata di strumenti efficaci, elimina lo spreco di tempo a lungo termine.

Alessandra Noseda

Alessandra Noseda

Lascia un commento



SIAVS START UP INNOVATIVA A VOCAZIONE SOCIALE

contatto Skype: organizzareitalia
email: info@organizzareitalia.com
Qui trovi l'informativa sulla privacy.
Qui puoi cancellarti dalla newsletter.
APOI

Professione regolamentata dalla Legge 4/2013 - Organizzare Italia è partner accreditato e organo di formazione dell'Associazione Professional Organizers Italia APOI e aderisce al suo Codice Etico.

Organizzare Italia sostiene quest’anno l’associazione OLTRE LA RICERCA che contribuisce al finanziamento di progetti di ricerca medico-scientifica legati a patologie oncologiche. Per più informazioni: www.oltrelaricerca.org e qui

.