Abbonati

Pianificare il menu settimanale: mangiare meglio e sprecare meno


Diciamoci la verità, quante volte capita di tirare fuori il cibo dal frigorifero e buttarlo direttamente nella spazzatura?

Dal monitoraggio costante di Waste Watchers emerge che le famiglie italiane buttano via in media 350 € di alimenti all’anno per un totale di 13 miliardi!

Uno spreco enorme e anche un danno economico che incide sul bilancio familiare più di quanto ci si renda conto. Da nord a sud le motivazioni sono tra le più varie: ci facciamo tentare dalle confezioni risparmio, abbiamo abitudini alimentari errate, calcoliamo male gli acquisti o ci sono delle evidenti difficoltà organizzative che inducono a sprecare una risorsa così preziosa.

Alla luce di questi dati, la soluzione è quella di introdurre delle buone pratiche anti spreco nelle nostre abitudini alimentari.

Per questo motivo la pianificazione dei pasti settimanali può rivelarsi un metodo organizzativo molto valido. Questa operazione può sembrare laboriosa all’inizio, ma se si considerano i vantaggi che ne derivano e si prova a metterla in pratica, potrebbe diventare uno strumento indispensabile per chi si deve mettere ai fornelli.

Le prime obiezioni riguardano generalmente l’idea di rigidità associata alla programmazione. Come se la creatività fosse inibita per colpa di un piano prestabilito. Eppure, lasciando al caso e all’ispirazione, quante persone vantano veramente la capacità di improvvisare una cena senza preparare sempre le stesse cose?

Vincere il pregiudizio che l’organizzazione dei pasti sia una pratica rigida è il primo passo per scoprire che ragionare in anticipo sul menu settimanale è in realtà il miglior modo di prendersi lo spazio per sperimentare anche ricette nuove!

In generale, i vantaggi di cui beneficiare sono di varia natura, vediamone alcuni.

Economici

Fare la spesa con una lista chiara su cui sono evidenziati solo gli alimenti che ci servono per rispettare il nostro programma, impedisce di spendere soldi di troppo o di lasciarsi tentare dagli acquisti impulsivi (o peggio, quelli dettati da un attacco di fame!). Se abbiamo in casa meno cibo deperibile e pianifichiamo meglio quando utilizzarlo, possiamo evitare gli sprechi.

strawberries-706650_1920

Tempo

Andare al supermercato sapendo esattamente cosa comprare ci fa risparmiare un sacco di tempo, invece di vagare tra una corsia e l’altra in cerca di ispirazione. Il tempo risparmiato a fare la spesa possiamo investirlo nella preparazione di qualche piatto un po’ più laborioso, per portarci avanti con qualche pasto da surgelare o nella sperimentazione culinaria. Fare la spesa online e impostare le liste in base al piano ci permette di essere ancora più rapidi! Inoltre, decidere una sola volta per tutta la settimana quali piatti mangiare, ci toglie anche lo stress di dover scegliere giorno per giorno, soprattutto quando siamo stanchi e a corto di idee.

Salute

Pianificare il menu settimanale significa pensare in maniera più accurata all’alimentazione, perché ci permette di alternare adeguatamente i nutrimenti garantendoci un apporto energetico equilibrato. E anche la linea ringrazia!

Educazione

Chi ha figli piccoli che a tavola fanno i difficili, si confronta con la quotidiana lotta per introdurre nuove pietanze. Spesso con scarsi e frustranti risultati. Coinvolgere i bambini nella pianificazione settimanale ha il doppio vantaggio di educarli a non sprecare cibo e ad alimentarsi correttamente, spiegando loro l’importanza di alternare cereali, carni, frutta e verdura. Farli partecipi di una scelta condivisa e non imposta dall’alto li rende meno capricciosi. Alternare quindi nel menu un giorno in cui c’è il loro piatto preferito a un giorno di “degustazione” li renderà più inclini a provare anche sapori nuovi.

Qualche suggerimento per procedere.

  • trovare un giorno da dedicare alla pianificazione: il sabato o la domenica si può stabilire un momento per riunire la famiglia e sedersi tutti insieme con il ricettario alla mano e creare così un rituale
  • su un planner, cartaceo o digitale a seconda delle preferenze, si inseriscono i piatti selezionati cercando di rendere il piano equilibrato e vario, tenendo conto dei gusti e delle necessità di tutti. É bello coinvolgere i familiari in modo che ognuno possa esprimere una o più preferenze e le scelte non ricadano solo su una persona
  • tenere conto degli impegni settimanali, di eventuali uscite a pranzo o a cena o del tempo a disposizione per preparare i pasti. Ma anche pensare che se si vuole portare il pranzo al lavoro bisognerà cucinare una porzione in più o se si sceglie il pesce fresco del mercato sarà necessario tenere conto del giorno in cui comprarlo e cucinarlo
  • subito dopo aver preparato il menu scrivere la lista della spesa dove segnare tutto quello che occorre per le preparazioni. Quando ci sarà un buon numero di menu settimanali da riutilizzare nei mesi a venire, vale la pena tenere da parte anche le liste per non doverle compilare ogni volta e risparmiare ancora più tempo.

La cosa principale da tenere conto è quella di non farsi scoraggiare se non si riesce a seguire il piano alla lettera. Capiterà sempre l’imprevisto di un invito a cena (evviva!) o un cambio di programma dell’ultimo minuto che scombinerà tutto, ma di fatto il menu settimanale deve servirci come traccia e come ogni buon sistema organizzativo flessibile può e deve essere rivisto secondo le necessità.

Paola Tursi

Ho imparato l'importanza dell'organizzazione quando ero una producer di documentari. Poi ho capito che avrei voluto mettere la mia esperienza a disposizione di chi desidera giornate più chiare e distese. L’ambizione più grande è quella di aiutare a migliorare la qualità della vita e delle relazioni e aumentare produttività e positività. Sono associata APOI dal 2015.

1 commento

Lascia un commento


APOI

Professione regolamentata dalla Legge 4/2013 - Organizzare Italia è partner accreditato e organo di formazione dell'Associazione Professional Organizers Italia APOI e aderisce al suo Codice Etico.

AGEOP Organizzare Italia sostiene quest’anno l’associazione A.G.E.O.P. RICERCA ONLUS che accoglie e assiste i bambini malati di tumore e le loro famiglie e finanzia la Ricerca Scientifica nella lotta al cancro infantile. Per più informazioni: www.ageop.it e qui .

Newsletter

scrivi SI
* = campo richiesto!
Contact Form Powered By : XYZScripts.com