Abbonati

Impatto sociale della professione di Professional Organizer


Organizzare Italia è una SIAVS ovvero una Start up Innovativa a Vocazione Sociale. Quasi impossibile pronunciare l’acronimo, ma ora cerco di spiegarne quantomeno il significato. Si tratta in pratica di una nuova impresa che con la sua attività impatta sul benessere della collettività.

Per essere iscritta come SIAVS abbiamo dovuto seguire un particolare iter e la compilazione di specifici documenti per attestare l’impatto sociale. Tra questi la ‘Teoria del Cambiamento’ e la ‘Catena del Valore dell’Impatto’, due strumenti utili per comprendere e quindi descrivere l’impatto sociale dell’organizzazione.

La metodologia della ‘Teoria del Cambiamento’ prevede un percorso che parte dagli obiettivi di lungo periodo che l’organizzazione si propone di ottenere e a ritroso individua le condizioni necessarie affinché questo avvenga: permette quindi di capire perché le attività porteranno i risultati finali desiderati. La ‘Catena del Valore dell’Impatto’ è il passo successivo e consiste nell’articolare le relazioni e la sequenza di azioni che portano al cambiamento: permette quindi di comprendere come le attività porteranno i risultati finali desiderati.

Questi documenti contengono quindi i dati di impatto sociale non solo dell’impresa Organizzare Italia, ma in generale anche del professional organizing sulla società e sulle persone. Spero quindi che alcuni stralci che qui condivido possano essere di ispirazione a chi voglia intraprendere questa professione, l’abbia già intrapresa o semplicemente sia curioso di saperne di più.

Obiettivo sociale

Gli obiettivi di Organizzare Italia sono:

  • impattare sul benessere delle persone attraverso una gestione organizzata e ottimizzata delle proprie risorse fisiche, mentali ed economiche
  • mettere la persona al centro: in qualsiasi contesto essa si trovi (domestico, lavorativo, scolastico) la sua organizzazione personale influenzerà la propria soddisfazione e realizzazione, ma anche l’andamento dei fattori esterni (la famiglia, l’azienda, il gruppo)
  • favorire lo sviluppo di una nuova filiera italiana dell’organizzazione, supportando la creazioni di una rete tra aziende e realtà che si occupano di prodotti e servizi per l’organizzazione
  • favorire lo sviluppo di una nuova professione, il Professional Organizer, attraverso la formazione Professionale e le attività volte alla divulgazione della professione in tutto il territorio italiano

drip-1109622_1920

Le finalità legate al benessere della collettività, quindi gli impatti sul benessere della collettività, sono così sintetizzabili:

Persone con alto livello di stress, alla ricerca di una miglior qualità della vita
Migliorare la qualità della vita attraverso la cura e lo sviluppo di uno stile di vita più organizzato, incide sul benessere di ciascun individuo ed influenza le persone che con lui condividono spazi, tempi e lavoro. Un circolo virtuoso e contagioso che si ripercuote in tutti gli ambiti sociali dove l’individuo si trova a gravitare, migliorandone le relazioni sociali.

Piccole, medie e grandi aziende e altri tipi di organizzazioni
Contribuire allo sviluppo di una nuova cultura imprenditoriale basata sulla buona organizzazione personale e alla creazione di contesti lavorativi meno stressanti e più produttivi. L’Agenzia europea per la sicurezza e la salute sul lavoro (Eu-Osha) prevede che nel 2020 la prima causa di malattia o di assenza dal lavoro sarà lo stress. Oggi le cause principali di stress sono legate, tra le altre, al carico di lavoro e ai fattori organizzativi. E per il 50% dei lavoratori europei intervistati lo stress è una condizione normale.

Ambito domestico e famigliare
Aiutare le famiglie nella gestione della spesa, del budget, dello stile di vita del nucleo famigliare. La crisi economica ha portato maggior stress, più difficoltà economiche e meno tempo da dedicare a casa e famiglia. Diventa sempre più importante e necessario impostare la famiglia come fosse una piccola azienda, che per prosperare ha bisogno di persone preparate e formate per gestirla al meglio.

Ambito sanitario
Secondo recenti studi circa 3.600.000 persone in Italia potrebbero soffrire di disposofobia, o disturbo da accumulo, è importante fare conoscere e divulgare attraverso i giusti canali l’esistenza di questa malattia, così invalidante per la persona e per i suoi cari. Inoltre devono essere fatti passi avanti nella cura della patologia, permettendo a più persone di prendere contatto con i giusti canali. I Professional Organizer facilitano questi aspetti e supportano le persone affette da questa patologia nel momento in cui lo psichiatra lo ritenga opportuno.

Ambito educativo (scuole di ogni livello e grado, insegnanti, genitori)
Educare i più piccoli componenti della famiglia ad uno stile di vita organizzato e disciplinato li aiuta nell’affrontare le sfide. Con accortezze organizzative si possono aiutare a combattere, se non a prevenire, gli effetti dei nuovi stili di vita imposti dai dispositivi elettronici di ultima generazione: ritardi nel linguaggio, disturbi nell’attenzione, problemi legati all’apprendimento e alla capacità di instaurare veri rapporti sociali, e in generale problemi per la salute psicologica del bambino.

Sintetizzando l’utilità sociale ai fini dell’art.2 del Decreto Legislativo 24 marzo 2006, n. 155 si considera l’attività di Organizzare Italia S.r.l.s, impattante nei seguenti settori: educazione, istruzione e formazione extra-scolastica.

Sabrina Toscani

Fondatrice di Organizzare Italia, co-fondatrice e presidente dell'Associazione Professional Organizers Italia APOI. Sono stata tra i primi ad introdurre il professional organizing in Italia, ho creato il primo ente di formazione per Professional Organizers e sono autrice del primo libro italiano del settore, edito da Mondadori.

Lascia un commento



SIAVS START UP INNOVATIVA A VOCAZIONE SOCIALE



contatto Skype: organizzareitalia
email: info@organizzareitalia.com
APOI

Professione regolamentata dalla Legge 4/2013 - Organizzare Italia è partner accreditato e organo di formazione dell'Associazione Professional Organizers Italia APOI e aderisce al suo Codice Etico.

Organizzare Italia sostiene quest’anno l’associazione OLTRE LA RICERCA che contribuisce al finanziamento di progetti di ricerca medico-scientifica legati a patologie oncologiche. Per più informazioni: www.oltrelaricerca.org e qui

.