Come organizzare i libri

Come organizzare i libri

I libri che abbiamo in casa sono tra gli elementi più difficili da organizzare e da decidere di eliminare, a volte però possono essere veramente troppi e può diventare impegnativo prendersene cura.
Anche per il libri quindi dobbiamo avere il coraggio di prendere in mano la situazione e prendere una decisione: regaliamo, doniamo o eliminiamo tutti i libri che non ci sono piaciuti, che non sono più di nostro interesse o non sono più attuali per noi. Se alleggeriamo lo spazio i nostri libri preferiti vengono valorizzati e guadagneremo nuovo spazio per nuovi libri. In caso contrario il rischio è di non dedicare il giusto spazio ai libri veramente significativi e rischiare che si perdano tra le pile di libri, disordinati e impolverati.
Teniamo presente che le biblioteche per adulti e ragazzi accettano volentieri i libri usati, come anche alcune associazioni benefiche, oppure le iniziative di bookcrossing donano un’interessante nuova vita da viaggiatore al nostro tomo.
Una volta deciso quali libri conservare si passa a scegliere l’organizzazione da impostare che potrà essere:
1. in ordine alfabetico: è il metodo più ovvio e probabilmente il più facile da mantenere. Puoi decidere di ordinare secondo il cognome dell’autore oppure secondo il titolo (senza articolo).
2. ordinare per genere: le categorie in questo caso potrebbero essere fantascienza, gialli, horror, filosofia, scienza, saggistica, biografia e qualsiasi categoria abbia senso per te e per i tuoi interessi.
3. in ordine cronologico: per esempio i libri di arte potrebbero partire dall’arte greca e arrivare all’arte contemporanea e la letteratura può essere suddivisa in epoche.
4. organizzare secondo le dimensioni: a volte le librerie hanno spazi particolari più o meno larghi e più o meno profondi. In quel caso bisognerà adattare il nostro metodo e mettere i libri lì dove stanno meglio e possono venire più facilmente consultati.
5. organizzazione ‘mista’: a volte l’ordine che viene dato può essere un insieme divari metodi. L’importante è seguire l’istinto e non cercare metodi troppo elaborati, la prossima volta che cercheremo quel libro è probabile che cominceremo proprio lì dove ci porta l’istinto.
Infine usiamo dei segnalibri che ci permettano di ritrovare le informazioni utili quando ne abbiamo bisogno. In questo modo faremo veramente uso dei nostri tomi e la nostra libreria ci darà vera soddisfazione.
Per avere una libreria organizzata infine ci sono tante idee originali, facendo un giro su internet ho trovato dei begli spunti anche per creazioni fai da te. Eccone alcuni:
La libreria ‘nascosta’
librerialibreria 0

 

 

 

 

 

 

(fonti moredesignplease.com umbra.com)

La libreria a scala
libreria 1

 

 

 

 

 

 

(fonte pinterest.com)

La libreria coi tubi
libreria 2

 

 

 

 

 

 

(fonte coolmaterial.com)

La libreria colorata
libreria 3

 

 

 

 

 

 

(fonte karapaslaydesigns.blogspot.com)

La libreria ‘appesa’

libreria 3
 

 

 

 

 

(fonte theruncible.wordpress.com)

Sabrina Toscani

Sabrina Toscani

Mi piace la semplicità, coltivo l’essenzialità, provo a evitare il superfluo, mi sforzo di concentrarmi su ciò che è importante per me. Mi applico con serietà e rido con facilità, adoro l’ironia e credo che in fondo tutto sia un gioco. Penso che le regole e la disciplina facilitino la vita e che il rispetto e la determinazione aiutino a raggiungere gli obiettivi. Ammiro le persone spontanee e autentiche, mi emoziono per tante cose, ma soprattutto al sorriso dei miei figli.

Lascia un commento



SIAVS START UP INNOVATIVA A VOCAZIONE SOCIALE

contatto Skype: organizzareitalia
email: info@organizzareitalia.com
Qui trovi l'informativa sulla privacy.
Qui puoi cancellarti dalla newsletter.
APOI

Professione regolamentata dalla Legge 4/2013 - Organizzare Italia è partner accreditato e organo di formazione dell'Associazione Professional Organizers Italia APOI e aderisce al suo Codice Etico.

Organizzare Italia sostiene quest’anno l’associazione OLTRE LA RICERCA che contribuisce al finanziamento di progetti di ricerca medico-scientifica legati a patologie oncologiche. Per più informazioni: www.oltrelaricerca.org e qui

.