Abbonati

Già dimenticati i buoni propositi?


Sono passate solo poche settimane dall’inizio dell’anno e la nostra lista dei buoni propositi è già un vago ricordo. Eppure ci sembrava così ragionevole e ci sentivamo così motivati a mangiare in maniera più salutare, iniziare la palestra o smettere di fumare.

propostiti

Le statistiche dicono che solo una persona su dieci riesce effettivamente a realizzare i propri intenti. Il professor Wiseman, psicologo dell’Università di Hertfordshire in Inghilterra, ha seguito i tentativi di 5.000 mila persone impegnate nel perseguire i propri buoni propositi.

Studiando i loro comportamenti ha notato che chi ha fallito non aveva un piano. Molti hanno focalizzato sugli aspetti negativi dei propri obiettivi, altri hanno fantasticato sui progetti o si sono basati solo sulla forza di volontà.

Solo il 10% dei partecipanti allo studio ha realizzato l’obiettivo e lo ha fatto dividendolo in piccoli passi al raggiungimento dei quali provava un senso di realizzazione e rinnovata motivazione a procedere. La tecnica che garantisce quindi più successo è fare un piano e attenercisi.

Per riuscire a vedere realizzato ciò che vuoi quindi resetta l’anno e parti così:

  • Focalizza su un solo importante proposito, il più rilevante per te. Far confluire l’energia su un unico punto aumenta le possibilità di successo.
  • Dividi l’obiettivo in passi, crea dei piccoli traguardi concreti e misurabili, con chiare scadenze temporali.
  • Condividi il tuo obiettivo con amici e parenti. In questo modo avrai più supporto e maggior motivazione per evitare il fallimento.
  • Ricorda regolarmente a te stesso, creando una lista, i benefici di cui potrai godere al raggiungimento dell’obiettivo e come la tua vita migliorerà.
  • Premiati con una ricompensa ogni volta che raggiungi un traguardo, un passaggio importante verso l’obiettivo finale. In questo modo mantieni alta la soddisfazione e chiaro il senso di progressione.
  • Rendi i tuoi piani e progressi concreti prendendone nota, su un foglio o nel PC, e tienili sempre a portata di occhio per capire esattamente a che punto stai.

Articolo tratto dalla rubrica mensile di Sabrina Toscani, fondatrice di Organizzare Italia e presidente dell’Associazione Professional Organizers, sul settimanale SettesereQui.

Sabrina Toscani

Fondatrice di Organizzare Italia, co-fondatrice e presidente dell'Associazione Professional Organizers Italia APOI. Sono stata tra i primi ad introdurre il professional organizing in Italia, ho creato il primo ente di formazione per Professional Organizers e sono autrice del primo libro italiano del settore, edito da Mondadori.

Lascia un commento

APOI

Professione regolamentata dalla Legge 4/2013 - Organizzare Italia è partner accreditato e organo di formazione dell'Associazione Professional Organizers Italia APOI e aderisce al suo Codice Etico.

BCorp

Organizzare Italia è una Certified B Corporation®, un network globale di aziende e persone che usano il business per risolvere problemi sociali e ambientali. Le B Corporation competono per essere non solo le migliori al mondo, ma le migliori per il mondo! Scopri di più

Organizzare Italia sostiene quest’anno l’associazione OLTRE LA RICERCA che contribuisce al finanziamento di progetti di ricerca medico-scientifica legati a patologie oncologiche. Per più informazioni: www.oltrelaricerca.org e qui .

Newsletter

scrivi SI
* = campo richiesto!
Contact Form Powered By : XYZScripts.com