Abbonati

Già dimenticati i buoni propositi?


Sono passate solo poche settimane dall’inizio dell’anno e la nostra lista dei buoni propositi è già un vago ricordo. Eppure ci sembrava così ragionevole e ci sentivamo così motivati a mangiare in maniera più salutare, iniziare la palestra o smettere di fumare.

propostiti

Le statistiche dicono che solo una persona su dieci riesce effettivamente a realizzare i propri intenti. Il professor Wiseman, psicologo dell’Università di Hertfordshire in Inghilterra, ha seguito i tentativi di 5.000 mila persone impegnate nel perseguire i propri buoni propositi.

Studiando i loro comportamenti ha notato che chi ha fallito non aveva un piano. Molti hanno focalizzato sugli aspetti negativi dei propri obiettivi, altri hanno fantasticato sui progetti o si sono basati solo sulla forza di volontà.

Solo il 10% dei partecipanti allo studio ha realizzato l’obiettivo e lo ha fatto dividendolo in piccoli passi al raggiungimento dei quali provava un senso di realizzazione e rinnovata motivazione a procedere. La tecnica che garantisce quindi più successo è fare un piano e attenercisi.

Per riuscire a vedere realizzato ciò che vuoi quindi resetta l’anno e parti così:

  • Focalizza su un solo importante proposito, il più rilevante per te. Far confluire l’energia su un unico punto aumenta le possibilità di successo.
  • Dividi l’obiettivo in passi, crea dei piccoli traguardi concreti e misurabili, con chiare scadenze temporali.
  • Condividi il tuo obiettivo con amici e parenti. In questo modo avrai più supporto e maggior motivazione per evitare il fallimento.
  • Ricorda regolarmente a te stesso, creando una lista, i benefici di cui potrai godere al raggiungimento dell’obiettivo e come la tua vita migliorerà.
  • Premiati con una ricompensa ogni volta che raggiungi un traguardo, un passaggio importante verso l’obiettivo finale. In questo modo mantieni alta la soddisfazione e chiaro il senso di progressione.
  • Rendi i tuoi piani e progressi concreti prendendone nota, su un foglio o nel PC, e tienili sempre a portata di occhio per capire esattamente a che punto stai.

Articolo tratto dalla rubrica mensile di Sabrina Toscani, fondatrice di Organizzare Italia e presidente dell’Associazione Professional Organizers, sul settimanale SettesereQui.

Sabrina Toscani

Fondatrice di Organizzare Italia, co-fondatrice e presidente dell'Associazione Professional Organizers Italia APOI. Sono stata tra i primi ad introdurre il professional organizing in Italia, ho creato il primo ente di formazione per Professional Organizers e sono autrice del primo libro italiano del settore, edito da Mondadori.

Lascia un commento


APOI

Professione regolamentata dalla Legge 4/2013 - Organizzare Italia è partner accreditato e organo di formazione dell'Associazione Professional Organizers Italia APOI e aderisce al suo Codice Etico.

AGEOP Organizzare Italia sostiene quest’anno l’associazione A.G.E.O.P. RICERCA ONLUS che accoglie e assiste i bambini malati di tumore e le loro famiglie e finanzia la Ricerca Scientifica nella lotta al cancro infantile. Per più informazioni: www.ageop.it e qui .

Newsletter

scrivi SI
* = campo richiesto!
Contact Form Powered By : XYZScripts.com