Economia domestica, l’arte di gestire casa e famiglia

Economia domestica, l’arte di gestire casa e famiglia

biancheria casaSto sfogliando un vecchio libro di economia domestica degli anni ’70 e oltre a divertenti terminologie desuete e imperdibili foto vintage (che voglio condividere con voi) ci trovo parecchi spunti per riflettere.

All’argomento ‘ordine e pulizia della casa sono elencati consigli su come organizzare e distribuire il lavoro domestico, con l’indicazione di una pianificazione settimanale e una mensile. Poi c’è un bell’elenco di ciò che occorre per la pulizia, e indicazioni dettagliate di come pulire le varie superfici e persino come prevenire i parassiti (zanzare, mosche, tarme …).detersivi

Si passa poi alle spiegazioni sugli alimenti, sulla loro conservazione e le regole per un’alimentazione razionale. Ci sono suggerimenti su come scegliere il corredo della casa, come fare un buon uso degli impianti domestici, come impostare la cucina e come rigovernarla, come distribuire e sistemare gli ambienti di casa. Il capitolo forte poi è quello dedicato all’amministrazione dell’azienda familiare! Azienda! La famiglia è una piccola impresa e come tale deve essere gestita: ha un patrimonio da curare, un inventario da aggiornare, rendite, spese e bilancio da tenere sotto controllo, contratti da valutare, e documenti di pagamento, tasse e imposte da saldare.

cucina vintageGli argomenti sono tutt’ora attuali, con la differenza che nessuno più ce li insegna! Oggi è preso per scontato che tutti ce la sappiamo cavare benissimo a gestire la casa e i suoi spazi, così solo per puro talento o passione personale. Per quanto mi riguarda non sono né talentuosa né tanto meno appassionata di pulizie e riordino. Quello che veramente mi motiva però è vivere in maniera quanto più serena e fluida possibile, e soprattutto ottimizzare i lavori che devono essere fatti in casa, in modo da avere più tempo per tutto il resto, per le cose per me veramente importanti (e divertenti!).

Nel tempo ho provveduto quindi a cercare da sola stratagemmi e metodi per raggiungere questo mio obiettivo, ma sono convinta che se qualcuno me l’avesse insegnato avrei risparmiato un sacco di tempo ed energie. Ora che ne ho fatto una professione mi rendo ancor più conto che l’organizzazione della casa va insegnata, a tutte le età, a uomini e donne, per permettere loro di imparare a gestire meglio gli spazi e le risorse famigliari, il proprio tempo e le proprie energie. Speriamo quindi che l’economia domestica torni di moda! E anch’io nel mio piccolo cerco di dar un contributo …

vaglia postalePS. Vi ho risparmiato le lunghe disquisizioni su come si inamida, come funziona la pentola a pressione o come si compila un vaglia postale, ma sono convinta che ci trovereste delle cose veramente interessanti!

 

Sabrina Toscani

Sabrina Toscani

Fondatrice di Organizzare Italia, co-fondatrice e presidente dell'Associazione Professional Organizers Italia APOI. Sono stata tra i primi ad introdurre il professional organizing in Italia, ho creato il primo ente di formazione per Professional Organizers e sono autrice del primo libro italiano del settore, edito da Mondadori.

13 Commenti
  1. Ciao! Mi sa che ho davvero bisogno di leggere questo libro: consigli sull’organizzazione a parte, la pentola a pressione e tutti i modulini che si trovano in posta per me sono e restano un mistero

    • Sabrina

      Enrica ci troveresti anche molte affermazioni ormai desuete (si spera) tipo: ‘la cucina è sempre stata il regno incontrastato della donna’, ‘ogni massaia ama la sua cucina’, ‘nella maggioranza dei casi la rigovernatura viene compita dalla massaia’ … 😉

  2. Vedere due delle foto pubblicate mi ha risvegliato un lontanissimo ricordo, ancora vivo, del mio libro di Educazione Tecnica delle scuole medie… “Io e la casa” edizioni Lattes. Le ricordavo ancora a memoria… Lo adoravo, letto e riletto anche da più grandicella. Ho imparato tantissimo da quel testo, anche se attualmente avrei bisogno di una rinfrescatina… 🙂
    Ed il libro, oltre al ricordo, vive anch’esso su una libreria, unico superstite di un periodo ormai veramente lontano. Ma è verissimo quello che racconti: ai miei tempi era una materia che veniva insegnata a scuola, insieme ai lavori a maglia e al disegno, tecnico e non, propedeutico ai lavoretti fai da te che oggi molte giovani donne hanno riscoperto. Oggi c’è Internet e il suo pozzo infinito di informazioni, ma in quegli anni l’unico modo che avevamo per imparare la gestione di una casa, la cucina, la spesa ecc., oltre alla mamma e alle nonne, era la scuola. Oggi abbiamo Sabrina!! :-))

    • Sabrina

      Grazie Laura, sono contenta che l’articolo abbia risvegliato in te dolci ricordi e mi piace molto la tua testimonianza! Quel libro l’ho chiesto in prestito proprio per capire come era impostata la materia e cosa veniva insegnato ed è un peccato che tanti consigli pratici e quotidiani vengano dati ora per scontati. E’ vero che c’è internet, ma è vero anche che non tutti possiamo essere autodidatti in tutto, alcune materie fondamentali dovrebbero continuare ad essere insegnate. Grazie per il supporto!! 🙂

  3. Come si intitola il libro? Credo che leggerlo mi farebbe molto comodo visto che ho un lavoro, 4 figli, marito….. Purtroppo mi manca il tempo! A proposito il vostro sito mi è di grande aiuto… Grazie….

    • Sabrina

      Buongiorno Erica, il libro si intitola ‘Io e la casa’, ma è una vecchia edizione quindi immagino difficile da trovare. Del resto i contenuti sono un po’ fuori tempo e tanti poco applicabili oggi, quindi non ne consiglierei la lettura. Dammi un po’ di tempo che magari lo scrivo io uno aggiornato! 😉 Grazie per il tuo riscontro!

  4. Perfetto, quindi aspettiamo un tuo testo, dettagliato ma aggiornato!

  5. io sono una disperazione, se è ancora attivo ho bisogno di aiuto!

    • Sabrina Toscani

      Ciao Jessica, come concordato ci sentiamo dopo le rispettive vacanze per capire come esserti d’aiuto. Grazie per averci contattato! Sabrina

  6. Si danno troppe cose per scontate, e una di queste è proprio l’economia domestica: in realtà non capisco perché come materia è stata tolta dai programmi scolastici, proprio a scuola s’imparano le nozioni fondamentali e comunque l’aggiornamento in corso d’uso dei testi (linguaggio e adattamento dei contenuti ai tempi odierni) sarebbe stato incluso. In secondo luogo oggi sarebbe proprio opportuno: l’organizzazione e l’economia domestica sarebbero proprio cruciali per tante cose, gestione corretta delle risorse economiche di casa per esempio, sapere quanto preventivare per una spesa piuttosto che un’altra, ecc. Con i figli poi si complica tutto! Con internet e la telefonia mobile poi non ne parliamo, le tariffe e la moltiplicazione dei dispositivi diventa una giungla!Si spende troppo per qualcosa e ci si trova a dover spaccare la moneta da dieci euro in quattro per uscirci con altre cose, la spesa per esempio, oppure le bollette. Insomma un bel testo aggiornato di economia domestica direi che sarebbe opportuno!!!!

    • Paola Tursi

      Ciao Rosa, hai proprio ragione!
      Nel blog cerchiamo di dare spunti utili per ottimizzare le risorse e soprattutto non sprecare e presto parleremo anche di gestione del budget.
      E poi il nostro obiettivo è di portare le nozioni di economia domestica nelle scuole, proprio per porre le basi di gestione familiare anche con i più piccoli!
      Continua a seguirci!

    • Paola Tursi

      Ciao Rosa, come ti avevo accennato tempo fa, uno dei temi a noi cari è la gestione del budget.
      In questo articolo pubblicato oggi si parla anche del Kakebo, lo conosci?
      http://www.organizzareitalia.com/2016/12/come-far-fruttare-lanno-nuovo/

Lascia un commento



SIAVS START UP INNOVATIVA A VOCAZIONE SOCIALE

contatto Skype: organizzareitalia
email: info@organizzareitalia.com
Qui trovi l'informativa sulla privacy.
Qui puoi cancellarti dalla newsletter.
APOI

Professione regolamentata dalla Legge 4/2013 - Organizzare Italia è partner accreditato e organo di formazione dell'Associazione Professional Organizers Italia APOI e aderisce al suo Codice Etico.

Organizzare Italia sostiene quest’anno l’associazione OLTRE LA RICERCA che contribuisce al finanziamento di progetti di ricerca medico-scientifica legati a patologie oncologiche. Per più informazioni: www.oltrelaricerca.org e qui

.