L’errore più comune? Voler fare tutto insieme

L’errore più comune? Voler fare tutto insieme

La Stampa 26 agosto 14“Il nostro cervello non è programmato per il multitasking; in realtà non possiamo che provarci, perdendo così tempo e
commettendo più errori”. Parola di Sabrina Toscani, Presidente di Apoi , Associazione dei ‘Professional Organizer’ italiani.”

Chi si rivolge a voi?
“Lavoriamo sia con il manager di azienda sia con il professionista che lavora da casa, dove gli spazi impegno e famiglia coincidono, ma sono molte anche le casalinghe, che devono gestire bambini e faccende domestiche.”

Qual’è l’errore più comune?
“Voler fare tutto insieme: saltare da un compito all’altro presuppone che l’attenzione non sia concentrata su un solo obiettivo. E’ così che aumenta lo stress. E con smartphone e tablet, che ci stimolano a fare più cose contemporaneamente, la situazione peggiora ancora di più”

Un consiglio semplice da mettere in pratica?
“Oltre a imparare a fare una cosa per alla volta, organizzare la giornata per dedicare il giusto tempo a ogni attività, pianificando il tutto già dalla sera prima con obiettivi molto chiari. In questo modo possiamo reagire alle emergenze con più lucidità, valutandole rispetto alle priorità”.

3 domande a Sabrina Toscani, Professional Organizer – Tratto da La Stampa del 26 agosto 2014 di Nadia Ferrigo

Sabrina Toscani

Sabrina Toscani

Mi piace la semplicità, coltivo l’essenzialità, provo a evitare il superfluo, mi sforzo di concentrarmi su ciò che è importante per me. Mi applico con serietà e rido con facilità, adoro l’ironia e credo che in fondo tutto sia un gioco. Penso che le regole e la disciplina facilitino la vita e che il rispetto e la determinazione aiutino a raggiungere gli obiettivi. Ammiro le persone spontanee e autentiche, mi emoziono per tante cose, ma soprattutto al sorriso dei miei figli.

2 Commenti
  1. È vero! Da quando ho imparato a fare meno compiti al giorno, tutto è fatto molto meglio e il risultato è bravissimo.

    • Sabrina

      Grazie Rosa! So che sei Professional Organizer a Rio de Janeiro! fantastico, teniamoci in contatto :-))

Lascia un commento



SIAVS START UP INNOVATIVA A VOCAZIONE SOCIALE

contatto Skype: organizzareitalia
email: info@organizzareitalia.com
Qui trovi l'informativa sulla privacy.
Qui puoi cancellarti dalla newsletter.
APOI

Professione regolamentata dalla Legge 4/2013 - Organizzare Italia è partner accreditato e organo di formazione dell'Associazione Professional Organizers Italia APOI e aderisce al suo Codice Etico.

Organizzare Italia sostiene quest’anno l’associazione OLTRE LA RICERCA che contribuisce al finanziamento di progetti di ricerca medico-scientifica legati a patologie oncologiche. Per più informazioni: www.oltrelaricerca.org e qui

.